Author: segreteriamusicasacra

Contributo 8permille

Quest’anno il nostro Istituto ha potuto beneficiare di un concreto aiuto dall’8permille. Ogni anno, oltre alle attività formative musicali, si rende necessaria anche la cura e il mantenimento del palazzo che è sede dell’Istituto di Musica Sacra della Diocesi.

Edificio storico che avrebbe bisogno di molti interventi di efficientamento e ammodernamento.

A settembre, in particolare, abbiamo dovuto mettere mano all’impianto di regolazione del riscaldamento che si era danneggiato.

Il contributo che abbiamo ricevuto dall’8per mille è stato di 10.000 euro, utile per coprire l’intera spesa.

Siamo grati, quindi, a quanti apporranno la propria firma nella casella della “CHIESA CATTOLICA” per la destinazione dell’ OTTO PER MILLE dell’IRPEF nelle prossime dichiarazioni dei redditi, ma anche a quanti vorranno sostenere il nostro Istituto che continua ad educare alla musica le nuove generazioni e a formare i musicisti per un adeguato servizio liturgico nelle comunità parrocchiali.

Corso base per animatori del canto per la liturgia 2024

L’Istituto diocesano di Musica Sacra avvia, da gennaio 2024, un nuovo “Corso-base per animatori del canto per la liturgia” con l’obiettivo di conoscere gli elementi fondamentali e necessari per l’animazione musicale di base nella liturgia e il repertorio di canti per le Celebrazioni.
Il Corso è aperto a tutti, in particolare agli animatori del canto, agli operatori liturgico-musicali, ai direttori dei cori delle parrocchie. È prevista una prova finale e un attestato che certifica il numero delle ore svolte.
Informazioni e costi li trovate nella brochure allegata.

Iscriviti corsi liturgico musicali

Per Lettori, Lettrici e Cori

Servizio liturgico durante la Peregrinatio Corporis Pio X

Iscrizione

Dal 6 al 15 ottobre 2023, vivremo l’evento straordinario della Peregrinatio corporis di san Pio X nella nostra diocesi di Treviso e in particolare a Riese Pio X, Santuario delle Cendrole. E’ possibile collaborare all’animazione liturgica come lettori, lettrici, e alla Messa conclusiva come Coro, iscrivendosi al link:

https://www.diocesitv.it/iscrizione-coro-e-lettori-per-servizio-peregrinatio-corporis-pio-x/

Maggiori dettagli per il servizio nelle lettere allegate.

Per ulteriori informazioni: segreteria.uffici@diocesitreviso.it


Cattai Stefano

Chitarra

Musicista dall’età di nove anni, fino ai vent’anni ha approfondito lo studio della musica jazz seguito da insegnanti come Pietro e Marcello Tonolo e David Boato.

In questi anni partecipa grazie a due borse di studio ai corsi estivi di “Umbria Jazz” tenuti a Perugia dagli insegnanti del Berklee College of Music.

Nel 2007 si trasferisce a Parigi dove frequenta l’American School of Modern Music studiando con Rick Margitza, Peter Giron e Bernard Vidal.

Ha praticato attività concertistica con formazioni differenti jazz, blues, rock e funk in Italia, Francia e Germania.

Dal 2011, oltre all’attività concertistica, svolge un intenso lavoro di didattica musicale che lo occupa a tempo pieno.

Trevisi Stefano

Pianoforte

Ha compiuto studi di pianoforte, clavicembalo e musica corale.

Ha seguito corsi di perfezionamento pianistici con B. Lagace, J. Ph. Tiollier, G. Gorog e A. Meunier. Ha studiato direzione di coro, canto gregoriano e musicologia sacra con Giulio Cattin e Liturgia con p.Gianfranco Venturi. Contemporaneamente ha compiuto gli studi di Filologia Medievale ed Umanistica presso l’Università di Padova. Ha compiuto gli studi di Hindu Sacred Music and Chant presso il Dipartimento di Studi Hindu dell’Università di Oxford.

Nel 2013 è stato invitato dalla Fondazione Benetton Studi Ricerche a dirigere artisticamente il progetto musicale “Musica antica in casa Cozzi”. Dal 2017 è membro effettivo del Réseau Européen de Musique Ancienne voluto dall’Unesco per la diffusione del patrimonio della musica antica.

Dal 2018 è direttore artistico delle attività musicali della Fondazione Benetton Studi Ricerche.

Svolge regolare attività concertistica sia da solista che in formazione cameristica, sia al pianoforte che al clavicembalo. Nel 2012 ha creato il gruppo vocale e strumentale Kalicantus Ensemble specializzato nell’esecuzione della musica medievale e rinascimentale europea ed extra europea con una particolare attenzione per il recupero di repertori poco conosciuti ed eseguiti.

Scrive e conduce il programma radiofonico In Chiave Antica per Radio Veneto Uno e collabora con numerose realtà nazionali nella conduzione di programmi radiofonici dedicati alla musica. Autore inoltre di podcast dedicati alla musica e letteratura, pubblica con la casa editrice Diastema. Ha scritto e condotto per Rai Scuola puntate dedicate alla storia della musica antica e contemporanea per i programmi in lingua inglese dell’emittente.

Dal 2020 è membro effettivo del Music Academic Team del Trinity College di Londra. Dal 2023 dirige la rassegna Landscapes-musica, teatro e incontri.

Piaser Maria Valeria

Pianoforte

Maria Valeria Piaser ha conseguito nel 2018 la laurea triennale in pianoforte presso il Conservatorio Statale ‘Agostino Steffani’ di Castelfranco Veneto.

Nel periodo 2010-2013 è stata pianista nell’orchestra dei Giovani Musicisti Veneti – associazione culturale ‘Ecce Gratum’, eseguendo brani di repertorio classico e contemporaneo nel panorama italiano, sotto la direzione del Maestro F. Pavan.

Ha partecipato come pianista a numerose iniziative culturali indette dal Conservatorio A. Steffani e a Masterclass di perfezionamento pianistico sotto la guida dei Maestri Irene Russo, Massimo Lambertini, Pietro De Maria, Jesus M Gomez, Jerome Rose.

Attualmente sta frequentando il secondo anno del Biennio Superiore in Pianoforte solistico sotto la guida dei Maestro Elisa Marion, dopo aver affinato le sue competenze e capacità coi Maestri Giovanni Umberto Battel, Cristina Crotti, Giuseppe Falco e Filippo Faes.

Dal 2016 svolge attività di insegnamento di pianoforte classico presso scuole di musica del territorio quali: Accademia Musicale ‘A. Vivaldi’ di Altivole, ‘Accademia Musicale ‘Studio Musica’ di Treviso, ‘Istituto Diocesano di Musica Sacra e Collegio Vescovile Pio X’ di Treviso. Inoltre dal 2021 conduce un corso di ‘Avviamento alla musica strumentale di insieme’ nella secondaria di primo grado dell’Istituto Comprensivo di Villorba e Povegliano.

Baratella Martina

Violoncello

Martina Baratella intraprende lo studio del violoncello sotto la guida dei Maestri Carlo Zanardi e Giambattista Valdettaro, diplomandosi in seguito con ottimi voti al Conservatorio di Padova con il M° Mario Finotti e conseguendo contemporaneamente la laurea triennale in Lettere moderne e la specializzazione in Linguistica all’Università degli Studi di Padova. Perfezionatasi con il M° Marco Dalsass nella prassi barocca e classica del violoncello, arricchisce la sua formazione avvicinandosi alla viola da gamba grazie al M° Sofia Ruffino al Conservatorio di Castelfranco Veneto, dove ha portato a termine il triennio accademico di I livello sotto la guida del M° Paolo Zuccheri e del M° Patxi Montero. Collabora da anni con diverse formazioni cameristiche del Veneto e non solo. Nel 2017, con la Cappella musicale di San Giacomo Maggiore di Bologna, ha inciso per Tactus i Dialoghi sacri di Ippolito Ghezzi. Dal 2010 unisce l’attività concertistica alla passione per l’insegnamento della musica, grazie all’esperienza didattica maturata in diverse associazioni del padovano e del trevigiano e presso il Collegio vescovile Pio X di Treviso.

Trabucco Marco

Chitarra, Basso e Contrabbasso

Contrabbassista e bassista elettrico dotato di un tocco delicato e melodico, Marco Trabucco si è diplomato al Conservatorio Tartini di Trieste (tre anni di Alta Formazione in Jazz), Laurea Magistrale in Jazz al Conservatorio Steffani di Castelfranco (TV), Laurea Magistrale in Didattica dello strumento al Conservatorio Steffani di Castelfranco (TV) e contemporaneamente si è laureato presso l’università degli studi Ca’ Foscari di Venezia in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo. Ha approfondito gli studi frequentando masterclass e seminari di alto livello quali:

– “Sviluppo del senso ritmico” (Bjorn Meyer – 2010);
– “Masterclass di strumenti a percussione” (Jarrod Cagwin – 2010);
– “Tecniche e strategie per un controllo ritmico complesso” (Jarrod Cagwin – 2011);
– “Masterclass di pianoforte jazz” (Keith Tippett – 2010);
– “Masterclass di improvvisazione avanzata” (Stefano Battaglia, Salvatore Maiore, Roberto Dani – 2017)

Inoltre ha partecipato a numerose conferenze di musicisti di fama internazionale (Klaus Gesing, Norma Winstone, Giovanni Maier, Paolino Dalla Porta, Stefano Battaglia, Roberto Dani, Curtis Lunday, Dennis Chambers, Salvatore Maiore, ecc.).

Nel 2010 vince il primo premio nella sezione jazz al concorso internazionale “Young Musicians” con il progetto “Trabucco Bros” che li vedrà produrre il primo album intitolato “Open/Close” (Blue Serge Records) e una seconda pubblicazione per la Caligola Records: “Orchestra”. Nel 2012 vince il concorso jazz “Blow in to the nightfly” di Lignano Sabbiadoro registrando per “Ultra Sound Records” l’album “Ma.Mi.Ma. Quartet” che gli permette di aprire il concerto alla band inglese Incognito. Nel 2013 viene selezionato per il “Berklee Award Group” (ensemble composto dai migliori studenti selezionati per i corsi Berklee/Umbria Jazz) e firma un nuovo contratto discografico con “Abeat Records” che gli permetterà di pubblicare l’album “Making Friends” con la partecipazione speciale di Klaus Gesing al sax soprano e al clarinetto basso. Nel 2015 pubblica “Oirquartett” con il quale vince il premio come “miglior primo album” al Concorso Nazionale “Chicco Bettinardi” di Piacenza. Successivamente viene invitato da Stefano Amerio presso “La fabrique studio” (FR) a partecipare come musicista per il seminario “Mix with the masters” dove incide “…E penso a te” con il gruppo Oirquintet un album jazz dedicato alla canzone italiana registrato da AL Schmitt (vincitore di 20 Grammy Awards e più di 150 tra dischi d’oro e di platino). Nel 2016 viene selezionato da Veneto Jazz come “giovane talento jazz italiano” per aprire il concerto di Stefano Bollani e pubblica il primo album da leader dal titolo “A Long Trip / With You” ottenendo ottime recensioni. Nel 2019 pubblica “Meraki”, la sua seconda opera personale prodotta da Stefano Amerio per Artesuono. Nel 2022 pubblica X [ics] per Abeat records, album arrangiato per piano trio, trio d’archi, corno, flauto, marimba e chitarra.

La biografia di Marco Trabucco fa parte del libro di Flavio Caprera: “Dizionario del jazz italiano” edito da Feltrinelli.

FORMAZIONE

  • Laurea Magistrale in JAZZ, Conservatorio di musica Steffani di Castelfranco Veneto (Italia)
  • Laurea Magistrale in MUSICA IN EDUCAZIONE, Conservatorio di musica Steffani di Castelfranco Veneto (Italia)
  • Laurea Magistrale in JAZZ, Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini di Trieste
  • Laurea Magistrale in Tecniche Artistiche e dello Spettacolo, Università Ca’ Foscari Venezia

PREMI:

  • Primo premio nella sezione jazz al concorso internazionale “giovani musicisti”.
  • Primo premio al concorso jazz “Blow in to the Nightfly”.
  • Primo premio nella sezione “miglior primo album jazz” al Concorso Nazionale “Chicco Bettinardi” con l’album “Oirquartett”.
  • Premio Berklee Umbria Jazz.

Michieletto Davide

Batteria e Percussioni

Inizia giovanissimo lo studio dello strumento frequentando per quattro anni i corsi di batteria al “Percussione Ricerca” sotto la guida del Maestro G. Paganin.

In seguito frequenta il corso di strumenti a percussione presso il Conservatorio di musica “B. Marcello” di Venezia con i maestri: A. Buonomo, A. Segafreddo, e R. Pasqualato.

Nel 1995 si trasferisce all’Istituto Musicale “F. Manzato” dal maestro P. Bertelli con il quale si dedica particolarmente alla musica per ensemble di percussioni (J. Cage, B. Holten,        L. Harrison, W. Siegel, ecc…) per poi conseguire il diploma in strumenti a percussione come privatista presso il conservatorio di musica “G. B. Martini” di Bologna.

Nel 1999 frequenta i corsi di perfezionamento con il solista francese T. Miroglio e di tamburi a cornice con E. Ausiello.

Segue, inoltre, il corso di composizione specializzato nella musica del ‘900, tenuto dal Maestro V. Soravia presso l’Ass. Cult. “G.B.Bellio” di Treviso.

Frequenta per tre anni la master-class d’improvvisazione tenuta da P. Tonolo presso la scuola di musica “Thelonious Monk” di Dolo (per la quale terrà anche delle lezioni-concerto) e i seminari di Paul H. Jefrey.

Partecipa per due anni al “laboratorio permanente di improvvisazione Teatrum” di Stefano Battaglia a Siena Jazz.

Collabora come percussionista con la Thelonious Monk Big Band con solisti ospiti: C. Bley S. Swallow, P. Tonolo, M. Tamburini e altri.

Nell’ambito classico ha collaborato con le orchestre di Pordenone, Belluno, “Piccola Sinfonica” di Milano.

Con l’ensemble di percussioni “Brake Drum Percussion” partecipa a numerosi festivals di musica contemporanea, in tutta Europa con dirette radiofoniche (RAI Italia, SRW Germania).

Nel frattempo ha partecipato alla registrazione del CD “Antonio Segafreddo Percussion Solo and in Chamber Music” per l’etichetta “Rivoalto”, con brani di  J. Cage e O. Lacerda.

E’ stato commissario in giuria al concorso  internazionale “D.Jenko” di Belgrado nella sezione musica da camera.

Ha inoltre contribuito alla sonorizzazione di lavori teatrali.

Come percussionista e batterista con l’Orchestra Componibile suona con Maurizio Giammarco e registra un cd di musiche completamente improvvisate.

Con il cantautore Adriano Iurissevich è finalista al premio Recanati (musicultura).

Continua la propria attività di batterista nell’ambito del jazz e della musica etnica con numerosi concerti in festival e rassegne alla quale affianca quella di fonico e arrangiatore in studio e quella di didattica.